Creare partizioni su HD con Gparted

gparted_logo2

GParted è un software libero per il partizionamento di hard-disk, scritto in GTK e distribuito con licenza GPL, è un front-end del più noto Parted. Gira nativamente su sistemi GNU/Linux con Desktop Gnome, anche se esistono distribuzioni Live CD e LiveUSB avviabili da qualsiasi PC.

Viene utilizzato per creare, eliminare, ridimensionare, spostare, controllare e copiare partizioni e file system. Permette di visualizzare le partizioni possibili e le loro dimensioni, e di crearle per via grafica con un semplice drag and drop.

È utile per ottenere spazio per nuovi sistemi operativi, riorganizzare l’utilizzo del disco, copiare dati residenti nei dischi fissi e fare una copia di una partizione.

Per poter utilizzare Gparted abbiamo due possibilità:

  1. Utilizzare GParted Live CD, scaricando la iso da qui
  2. Oppure utilizzare una live di Ubuntu, scaricando la iso da qui

In entrambi i casi occorre masterizzare la iso scaricata e far ripartire il Pc da CD

Io ho utilizzato la live di Ubuntu, che una volta avviato il sistema  Gparted si trova  in

Sistema –>Amministrazione –> Editor di Partizioni.

In questo caso ho a disposizione un HD nuovo in cui occorre creare una partizione per Windows, una per i Dati e una partizione per GNU/Linux.

1 - GParted

Creiamo la prima partizione cliccando sulla prima icona a sinistra

2 - GParted

La prima partizione creata è una partizione primaria e  sarà utilizzata per  installarci Windows , quindi nel menù Create as selezioniamo Primary Partition.

3 - GParted

Selezioniamo il File System, che  per Windows è ovviamente ntfs.

4 - GParted

Possiamo anche dare un nome alla partizione inserendo il nome che preferiamo in Label.

Per determinare la grandezza della partizione possiamo usare le freccette che sono nell’immagine trascinandole con il mouse fino a raggiungere la dimensione desiderata, oppure immettere direttamente il valore numerico in New Size.

5 - GParted

Clicchiamo su Add

6 - GParted
Ed ecco l’anteprima del partizionamento del nostro HD, ancora nulla è stato scritto sul disco, quindi possiamo fare tranquillamente tutte le prove che ci pare.

7 - GParted

Ora creiamo una partizione estesa, click sullo spazio non allocato per selezionarlo, click su Crea nuova partizione e selezioniamo Extended Partition, click su Add.

Su un HD non possiamo creare più di quattro partizioni primarie, quindi dopo aver creato la partizione primaria per Windows ( Si sa Windows è esigente e può essere installato solo su una partizione primaria) conviene creare una partizione estesa nel restante spazio libero  in cui potremo creare tutte le partizioni logiche che vogliamo.

9 - GParted

Click sulla partizione estesa per selezionarla, aggiungiamo una nuova partizione, selezioniamo Logical Partition, come File System possiamo utilizzare ntfs, oppure fat32, e in questo modo creeremo una partizione da utilizzare sia con Windows che con GNU/Linux.

12 - GParted

Sempre selezionando lo spazio non allocato possiamo creare anche una partizione di Swap


14 - GParted

Ed una partizione per GNU/Linux

16 - GParted

Ed ecco l’anteprima del nostro HD

17 - GParted

Per rendere effettive le modifiche apportate al nostro HD, click su Apply All Operations

18 - GParted

Gparted scriverà su disco tutte le nostre modifiche….

19 - GParted

Ed ecco il nostro HD partizionato e pronto ad ospitare sistemi operativi e dati….

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

:-) 
:-( 
;-) 
:good: 
:negative: 
:scratch: 
:wacko: 
:yahoo: 
B-) 
:heart: 
:dash: 
:whistle: 
:yes: 
:unsure: 
:cry: 
:mail: