Multifunzione HP Photosmart C4580 e Windows 7

HP_Photosmart_C4580

Mi è venuta la brillante idea di installare anche Windows 7 sul mio PC, idea malsana?

Forse, ma ero troppo curiosa……

Sistema operativo direi carino, certo se non si considera il tempo perso per installare alcuni drivers,  l’antivirus, e tutti gli altri anti*.

Ma il bello è stato quando ho cercato di far funzionare la mia stampante, una HP Photosmart C4580.

Collego il cavoUSB della stampante al Pc, accendo la suddetta….e meraviglia il sistema me la riconosce e comincia ad installare i driver, non credo ai miei occhi…e infatti…

Dopo l’installazione e relativo riavvio mi appresto tutta contenta a stampare una paginetta…… ma la stampante non da segni di vita…

Ma come, e adesso?

Ok vado sul sito dell’HP mi scarico la bellezza di 181.94M, fra driver e balle varie, passo mezz’ora ad installare, riavvio….

Niente ancora non riesco a stampare un bel niente!!!!!

Fantastico!

La soluzione l’ho trovata in rete:

  1. accertarsi che la stampante sia collegata e accesa
  2. accedere al pannello di controllo e poi cliccare su stampanti
  3. cliccare su aggiungi stampante
  4. selezionare la porta USB001
  5. selezionare Hp come Produttore e Deskjet 450 come modello ( quello segnalato come Deskjet 450 HP )
  6. installare stampante e utilizzarla come predefinita
  7. non stampare la pagina di prova
  8. riavviare il pc
  9. eseguire una stampa di prova con la stampante 450

Semplice vero?

E pensare che su Ubuntu è stato sufficiente collegare il cavo USB al Pc ed accendere la stampante e dopo meno di un minuto la stampante era perfettamente funzionante!!!!

  7 comments for “Multifunzione HP Photosmart C4580 e Windows 7

  1. fantasmino
    12 Giugno 2010 at 07:41

    Quoto in pieno!
    Purtroppo, però, l’immaginario collettivo si ostina ad assegnare a Linux il ruolo di “sistema operativo difficile, buono per smanettoni e appassionati”. Anche miei amici, non quelli nati con Linux (cerco di diffonderlo il più possibile) hanno questa frase come esordio.
    Salvo poi continuare a portare il loro xp al sottoscritto o all’assistenza a pagamento perché continuamente impallato, impestato di virus e quant’altro.
    Forse toccherebbe comprendere che il pc, al pari di un’auto, bisogna imparare ad usarlo e mantenerlo, e che molti sistemi operativi danno solo l’illusione di fare tutto loro e ti presentano il conto tutto insieme… 😉

  2. 12 Giugno 2010 at 13:57

    Quoto in pieno sia il post e sia il commento di fantasmino 🙂

  3. 12 Giugno 2010 at 14:33

    verissimo la mia hp psc 1200 collegata ad ubuntu è in circa 15 sec pronta per stampare senza dischi, driver aggiunti da me, programmi o altro se non è funzionalità questa!!!

  4. atti
    21 Giugno 2010 at 01:14

    Sono d’accordo con voi.Anche la mia epson 750,vetusta oltre ogni dire,e’ stata riconosciuta al volo.
    Per contro,non sono tutte rose&fiori:se linux non riconosce la periferica..li cominciano i guai,soprattutto x persone poco esperte.
    Insomma ci sono pro e contro.

  5. 1 Luglio 2010 at 05:48

    Anch’io ho una stampante HP; quella laser; sul mio Ubuntu si è autoinstallata; o meglio, ti spiego; nemmeno me ne sono accorto di questo processo di autoinstallazione; é solo ora che leggo il tuo post che ci sto pensando! Senti, un’altra cosa: Ma come “caspita”faccio a diventare sostenitore del tuo blog? Non vedo lo spazio con tutte quelle simpatiche faccine! 😀

  6. Kris
    27 Settembre 2010 at 07:15

    senti ma… sei riuscita a far funzionare anche lo scanner ? perchè a me da parecchi parecchi problemi win7 e queste trappolotte multifunzione… non ce n’è uno che vada in tutte le sue funzioni : Lexmark, HP, Epson… niente … 🙁

  7. 27 Settembre 2010 at 20:34

    Kris,

    Veramente lo scanner su Windows 7 non l’ho provato…..io uso sempre Ubuntu….. ho installato la nuova versione di Windows solo per curiosità……
    Comunque lo scanner su Ubuntu funziona perfettamente….

Rispondi a atti Annulla risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.