Bumblebee, Nvidia Optimus per GNU/Linux

“Obsoleto” 

Qui c’è di meglio…..

Il mio Asus 1215N ha due schede grafiche, una scheda video integrata Intel GMA 3150 e una seconda scheda video dedicata la NVIDIA ION2.
Con Windows è utilizzata Nvidia Optimus, una tecnologia che consente all’utente di passare dal chip grafico integrato alla schede grafica dedicata Nvidia in modo automatico a seconda del carico di lavoro.

Fino a pochissimo tempo fa questa tecnologia era riservata solo al mondo Windows, e chi utilizzava GNU/Linux doveva accontentarsi di utilizzare solo la scheda integrata Intel.
Ma da qualche mese a questa parte noi Pinguini possiamo utilizzare un’utility open-source chiamata Bumblebee, che ci permette di “spegnere” il chip grafico Nvidia quando non necessario, e di attivarlo quando ci occorre una grafica più performante (per esempio : per i giochi o per vedere un film in HD).

Bumblebee è disponibile per varie Distro e compatibile con un sempre maggiore numero di dispositivi che utilizzano la tecnologia Optimus, questa la pagina del progetto.

Ecco come installare Bumblebee su Ubuntu 10.04 /10.10 /11.04.

Ho aggiunto il ppa di Bumblebee digitando in un terminale:
sudo add-apt-repository ppa:mj-casalogic/bumblebee

Aggiornto la lista dei pacchetti con :
sudo apt-get update

Installato il pacchetto bumblebee digitando da terminale:
sudo apt-get install bumblebee

Durante l’installazione sarà chiesto di configurare Bumblebee:

 

01

Ci verrà proposta una serie di configurazioni possibili:

 

02

 

Io con Unbuntu 11.04 ho scelto questa configurazione

03

 

Qui ho scelto la configurazione dei default:

06

 

Configurazione terminata….

07

 

Se la configurazione scelta dovesse dare dei problemi, è sufficiente da terminale:

sudo bumblebee-configuration

per rifare partire lo script di configurazione

 

A questo punto ho scaricato gli script bumblebee-enablecard e bumblebee-enablecard da posizionare successivamente nella cartella /usr/local/bin/

Da terminale :

wget https://raw.github.com/MrMEEE/bumblebee/master/install-files/ubuntu/bumblebee-disablecard.asus.1215N

e

wget https://raw.github.com/MrMEEE/bumblebee/master/install-files/ubuntu/bumblebee-enablecard.asus.1215N

Sostituire asus.1215N, con il nome della vostra macchina…. ovvio no?

Ho copiato gli script nella posizione predefinita con i comandi:

sudo cp -f ~/bumblebee-disablecard.asus.1215N /usr/local/bin/bumblebee-disablecard

sudo cp -f ~/bumblebee-enablecard.asus.1215N /usr/local/bin/bumblebee-enablecard

A questo punto ho riavviato il netbook….incrociando le dita….

Per prima cosa ho voluto verificare se la scheda Nvidia era disattivata, in modo da non gravare sul consumo di batteria nell’uso standard da terminale:

 

grep rate /proc/acpi/battery/BAT0/state

 

Bene, bene…. la Nvidia dorme…

Quando vogliamo che un’applicazione utilizzi la scheda Nvidia, occorre anteporre optirun al nome del programma, quindi da terminale:

optirun <nome_programma>

Ho fatto un paio di semplicissime prove:

 

Scheda integrata:

 

Scheda Nvidia

 

E quando chiudo il programma, la scheda Nvidia si disattiva:

 

Per essere un’utility ancora in fase di sviluppo direi che funziona decisamente bene…….

  17 comments for “Bumblebee, Nvidia Optimus per GNU/Linux

  1. angelo
    4 agosto 2011 at 11:27

    bumblebee ancora non va ho un acer 5750g troppe incompatibilità

  2. 4 agosto 2011 at 13:09

    Sul mio Asus 1215N funziona…. anche se ogni aggiornamento incasina qualche cosa…..
    E’ ancora in fase di test…. bisogna avere pazienza…

  3. angelo
    4 agosto 2011 at 15:19

    Io non spero a bumblebee ma spero al possibile aggiornamento del bios per disabilitare questa maledetta intel

  4. 4 agosto 2011 at 22:42

    Ok, ma se disabiliti definitivamente la Intel dopo la batteria non dura niente…..

  5. angelo
    5 agosto 2011 at 07:31

    tanto con il passare del tempo le batterie si rovinano tutte.. pensa che la differenza della durata la vedi dopo un po di mesi… e cmq con la betteria e l’intel hai un notebook di serie c…. e povero compiz e i suoi effetti.. confermi?

  6. 5 agosto 2011 at 20:41

    Per me la durata della batteria è vitale, e comunque il suo degrado non è poi così rapido, l’ EeePc 1005PE mi fa ancora 7/8 ore di lavoro anche dopo un anno e mezzo dall’acquisto (parlo del consumo con Linux, ovviamente con Windows la batteria dura di più).
    Compiz ed effetti vari funzionano benissimo anche con la Intel, e comunque lo scopo di questi sistemi ibridi è quella di avere prestazioni grafiche superiore solo quando necessita, quindi disabilitando a priori una scheda finisce lo scopo.

  7. angelo
    5 agosto 2011 at 21:33

    su un computer eeepc capisco ma su un notebook del tipo acer 5750g con la intel la durata della batteria e di quasi 4 ore e ti parlo di un computer di un mese di vita

  8. angelo
    5 agosto 2011 at 21:34

    cmq con cairo open gl la intel fa un po pena

  9. Antonio
    26 agosto 2011 at 08:26

    ciao
    ho trovato il post “bumblebee” estremamente interessante, ho provato a far funzionare il bombo sul mio ASUS N53Sv ma credo vada in conflitto con qualche cosa, dato che dopo l`installazione (con la nvidia attiva tramite bombo) al riavvio il sistema mi va in cresh o meglio non parte. Ho dovuto disabilitare la sheda piu’ di una volta avviando ubuntu in modalita’ grafica di ripristino e fatto strano ho scoperto che la nvidia funziona molto sotto la modalita’ di ripristino avviando glxgears sotto comando optirun (indice di una buona installazione del bombo). Malgrado tutto e dopo aver provato qualche configurazione diversa mi sono arreso ed ho disinstallato il bombo perche’ mi si ripresenytava lo stesso problema, per il momento aspetto qualche altro aggiornamento in merito ( ovviamente mi ritrovo con un notebook di ultima generazione e ci vuole un po di pazienza per avere driver stabili e compatibili ).
    ciao :bye:

  10. Luca
    1 settembre 2011 at 08:13

    ciao, grazie per la mini-guida, tutto molto preciso!
    solo una domanda: ma prima di installare bumblebee, devo installare i driver nvidia che mi propone il sistema? ho mint 11, ma è pressochè identica a Ubuntu 11.04. mi fai sapere? thanks!

  11. Antonio
    1 settembre 2011 at 21:59

    no non e` necessario installare i driver nvidia, te lo posso dire con certezza poiche’ ho provato anche io e mi e` capitato che dopo aver dato la configurazione di bumblebee i driver precedentemente nstallati non c`erano piu’.

  12. Antonio
    12 settembre 2011 at 17:00

    cara lunarbang date le molte incompatibilita’ :dash: che sto riscontrando con questo nuovo sistema Ubuntu 11.04 sul mio Asus vorrei un tuo consiglio: ho trovato un blog in inglese in cui si parla proprio del riconoscimento delle periferiche per il mio asus http://ubuntuforums.org/showthread.php?t=1749740 in cui si parla anche di bumblebee ma nulla di cio’ descritto mi va in porto; e’ possibile che sia per via del fatto che ho installato un sistema a 64bit?

  13. Luigi Degli Esposti
    16 ottobre 2011 at 15:10

    Ciao, grazie alla tua guida ho installato Bumblebee con successo sul mio 1215N con Ubuntu 11.04. Se aggiorno alla 11.10 funzionerà ancora, secondo te ?
    Grazie, ciao LUIGI

    • 17 ottobre 2011 at 21:48

      Per aggiornare intendi l’avanzamento di versione? Oppure installare da zero Ubuntu 11.10? In entrambi i casi comunque non so dati una risposta…..non ho ancora aggiornato e penso che non lo farò…… io sto ancora usando Ubuntu 10.10…..mi funziona cosí bene….che aspetto la prossima LTS….:-)

      • Luigi Degli Esposti
        19 ottobre 2011 at 20:54

        Beh, ora che mi ci fai pensare, se installo da zero ci sono buone
        probabilità che mi funzioni.
        Se no aspetterò Aprile come fai tu, mi hai convinto.

        Grazie comunque LUIGI

  14. pika99
    26 novembre 2011 at 19:06

    Non riesco a scaricarlo :dash: mi dice che non trova il pacchetto bumblebee

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

:-) 
:-( 
;-) 
:good: 
:negative: 
:scratch: 
:wacko: 
:yahoo: 
B-) 
:heart: 
:dash: 
:whistle: 
:yes: 
:unsure: 
:cry: 
:mail: