Android Honeycomb e ICS, Gnu/Linux non li vede più…..

 

A partire da Honeycomb, Google ha perso la decisione, a mio avviso molto discutibile, di non dividere più la memoria interna del dispositivo con una partizione dedicata al sistema e le applicazioni ed una partizione per i file utente, ma di creare un’unica partizione dinamica in modo da non avere più il problema di spazio ristretto per l’installazione delle applicazioni.
In teoria potremmo avere 16GB di applicazioni e 0 file o viceversa 16GB di file e 0 applicazioni. La memoria interna viene gestita creando uno spazio unico che mostrerà come vengono divisi i file ma che può essere usato a piacimento per applicazioni o file.
Da dove nasce il mio disappunto?
Semplice, collegando tramite USB un dispositivo Android con  Honeycomb o ICS,   non essendoci divisioni interne, i GB di spazio disponibile vengono visti come un unico insieme e non permettono di essere visti come memoria di massa su GNU/Linux!!!

Per chi usa Windows invece nessun problema, potrà collegare il suo dispositivo tramite USB al PC e verrà tranquillamente riconosciuto.

Fantastico vero?? Un sistema come Android, quindi basato su Linux, non viene visto dai sistemi GNU/Linux………

Ovviamente si può aggirare l’ostacolo….. ma si dovrà smanettare un pò.

 

 

 

 

  2 comments for “Android Honeycomb e ICS, Gnu/Linux non li vede più…..

  1. 7 marzo 2012 at 14:17

    Dannato MTP! su linux si puà aggirare con MTP e ADB ma su un normale car stereo non puoi più montare il telefono come penna usb.

    • 7 marzo 2012 at 16:31

      Al momento, che io sappia è solo il Galaxy Nexus ed i tablet ad avere questa particolarità, il Nexus S aggiornato a ICS il mio Pc lo vede ancora come memoria di massa.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

:-) 
:-( 
;-) 
:good: 
:negative: 
:scratch: 
:wacko: 
:yahoo: 
B-) 
:heart: 
:dash: 
:whistle: 
:yes: 
:unsure: 
:cry: 
:mail: